Accesso ai servizi

COME FARE PER

IMPIANTI PUBBLICITARI

Come Fare:

La collocazione di cartelli e di altri mezzi pubblicitari lungo le strade o in vista di esse è soggetta in ogni caso ad autorizzazione da parte dell'ente proprietario della strada nel rispetto delle norme sopra riportate. Nell'interno dei centri abitati la competenza è dei comuni salvo il preventivo nulla osta tecnico dell'ente proprietario se la strada è statale, regionale o provinciale.
Dette autorizzazioni hanno la validità di 3 anni e, alla scadenza dovranno essere rinnovate.
Il regolamento di esecuzione del Codice della Strada stabilisce le norme per le dimensioni, le caratteristiche, l'ubicazione dei mezzi pubblicitari lungo le strade e nelle fasce di pertinenza. Nell'interno dei centri abitati, i comuni hanno la facoltà di concedere deroghe alle norme relative alle distanze minime per il posizionamento dei cartelli e degli altri mezzi pubblicitari, nel rispetto delle esigenze di sicurezza della circolazione stradale.
Gli impianti pubblicitari non autorizzati, benché paganti la apposita tassa sulla pubblicità, sono considerati abusivi e i conduttori/proprietari di detti impianti, sono soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma fino a Euro 17.823,00.

 

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA'

ABROGATA E SOSTITUITA DAL "CANONE UNICO PATRIMONIALE".

La legge 160 del 27 dicembre 2019 stabilisce che a decorrere dal 2021 il “canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria” sostituisce  il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, l’imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni, il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari e il canone previsto dal codice della strada (articolo 27, commi 7 e 8).

Le modalità di pagamento e le scadenze dei versamenti saranno resi noti in seguito  all'approvazione del   “nuovo” Regolamento del Canone Unico e delle tariffe per l’anno 2021, da adottarsi entro i termini di legge; e si procederà all'invio degli avvisi ai contribuenti soggetti al pagamento entro i nuovi termini.

Per l’affissione dei manifesti potrete rivolgervi alla ditta:

“La Reclam” di Baldissone D. e M. 3337975434 – 3336552927

Versamento su c/c postale 15812134 IBAN  IT 47 S 07601 10000 000015812134

Dove Rivolgersi:
POLIZIA LOCALE  (per autorizzazioni)

UFFICIO TRIBUTI (per imposta sulla pubblicità - Canone Unico)

Riferimenti Normativi:
Art. 23 del D.Lgs. 30.04.1992, n. 285 (Codice della Strada), aggiornato con la L. 29.07.2010, n.120 e dagli art. dal 47 al 59 del D.P.R. 16.12.1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione del nuovo Codice della Strada)

Collegamenti:
- Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495
Documenti allegati:
File pdfRegolamento applicazione imposta sulla pubblicit e diritti pubbliche affisioni (127,68 KB)

File pdfTariffe imposta sulla pubblicit e diritti sulle affissioni (12,11 KB)

File pdfDichiarazione ai fini dellimposta sulla pubblicit (319,93 KB)

File pdfIstanza Impianti Pubblicitari (123,61 KB)